Federmoda, un protocollo per sensibilizzare i giovani

23 aprile 2016

in Comunicati stampa

Mai più tragedie come quella del Rana Plaza (24 aprile 2013)

Educare alla cultura della qualità, ricercando le radici storiche, economiche, culturali e territoriali del Made in Italy; educare ai diritti del consumatore, al rispetto della legalità, dei diritti umani e della responsabilità sociale ed ambientale nel settore della moda. Per non dimenticare mai la tragedia al Rana Plaza, dove morirono 1138 persone.(*)

Questi sono i principali obiettivi del protocollo d’intesa firmato tra il Miur, la direzione generale per gli ordinamenti e la valutazione del sistema nazionale di Istruzione, e Cna Federmoda, per sensibilizzare i giovani verso un consumo consapevole.

“Il protocollo – spiega Emanuela Pulcinelli, presidente provinciale Cna Federmoda – è stato firmato lo scorso 18 aprile a pochi giorni dal terzo anniversario della tragedia del Rana Plaza a Dacca, la capitale del Bangladesh, dove morirono 1.138 persone e altre 2.000 rimasero ferite. Una ricorrenza che non vuole essere solamente la commemorazione di un drammatico evento, ma un’occasione di riflessione sulle problematiche legate alla globalizzazione e al rispetto dei diritti per garantire una equa e trasparente competizione internazionale”.

“Oggi una parte del consumo – continua la Pulcinelli – sta subendo una distorsione che contribuisce in modo significativo ad amplificare le conseguenze della crisi economica in atto ormai da anni. Questo fenomeno assume vari aspetti che vanno dalla contraffazione, alle truffe merceologiche, all’immissione sul mercato di prodotti che non contemplano i costi dei diritti (ambiente, salute, contratti di lavoro, sicurezza ecc.) che anni di lotte hanno reso indispensabili per il progresso del nostro modello di civiltà e di sviluppo. Le conseguenze di questo modo di consumare sono devastanti per il nostro Paese perché questa forma di concorrenza sleale basata sullo sfruttamento della manodopera contribuisce allo smantellamento progressivo del nostro sistema produttivo, non permettendo più di creare quella ricchezza necessaria a mantenere il sistema-Stato nel suo complesso. Drammatici esempi di questa deriva sono state diverse tragedie tra cui proprio quella di Dacca”.

E’ quindi con soddisfazione che Cna Federmoda giunge a sottoscrivere questo che offre la possibilità di costruire un programma sistematico di informazione e formazione dedicato alle giovani generazioni, basato sulla sostenibilità economica e sociale della filiera moda italiana.

L’educazione al consumo consapevole – conclude la Pulcinelli – assume un particolare valore formativo poiché favorisce una riflessione sul concetto di equa competizione globale, sui diritti umani e dei lavoratori, sulla dignità e sul rispetto della persona e si colloca nell’ambito di un più ampio e generale processo di educazione al pensiero e all’autonomia di giudizio“.

 

(*)Da Wikipedia:

Il 24 aprile 2013 il Rana Plaza, un edificio commerciale di otto piani, crollò a Savar, un sub-distretto nella Grande Area di Dacca, capitale del Bangladesh.

Le operazioni di soccorso e ricerca si sono concluse il 13 maggio con 1.129 vittime. Circa 2.515 feriti furono estratti vivi dal palazzo.

È considerato il più grave incidente mortale avvenuto in una fabbrica tessile nella storia, così come il più letale cedimento strutturale accidentale nella storia umana moderna.

L’edificio conteneva alcune fabbriche di abbigliamento, una banca, appartamenti e numerosi altri negozi. Nel momento in cui sono state notate delle crepe sull’edificio, i negozi e la banca ai piani inferiori sono stati chiusi, mentre l’avviso di evitare di utilizzare l’edificio è stato ignorato dai proprietari delle fabbriche tessili. Ai lavoratori fu infatti ordinato di tornare il giorno successivo, giorno in cui l’edificio ha ceduto, collassando durante le ore di punta della mattina.

UFFICIO STAMPA: DANIELA GIACCHETTI

Previous post:

Next post:


CNA provinciale di Ancona
Via Umani 1/A - 60131 Ancona
Tel. 071 286081 - Fax 071 2868045/6 - email: info@an.cna.it
C.F. 80007970421 - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Informativa utilizzo cookies

Powered by Sixtema Spa