Fusioni comunali, intervento del Direttore Santini

11 marzo 2016

in Comunicati stampa

di Massimiliano Santini
Direttore CNA Provincia Ancona

La Cna torna sul tema dopo aver già condiviso ed approfondito le varie opportunità e criticità sul tema delle unioni e fusioni comunali, esplicitando la sua imparziale ma determinata posizione sindacale, che deve assolutamente tradursi nella necessità di rendere più efficaci ed efficienti le macchine comunali per le esigenze del tessuto imprenditoriale locale.

“È necessario che siano le imprese ed i cittadini a disegnare i confini amministrativi ottimali”. Su questo principo si innesta il nostro ragionamente che è assolutamente aperto ad ogni opinione e valutazione di merito, purché svincoli e diverga da logiche personalistiche, campanilistiche e patriottiche e ci si attenga a valutazioni oggettive suffragate da basi statistiche, gli stessi concetti che condizionano e talvolta guidano le decisioni strategiche delle nostre imprese e del portafoglio delle famiglie.

Nei prossimi mesi la Cna intende lavorare sindacalmente insieme alle valide Amministrazioni locali individuare gli ambiti territoriali ottimali, dai quali possano derivarne benefici da riversare sul territorio con migliori sevizi e meno tasse (veditaglio tari e azzeramento dell’imu su immobili strumentali), attingendo dalle ottimizzazione prodotte l’aggregazione di alcuni servizi, dai loro risparmi, dalle semplificazioni e dalle armonizzazioni procedurali, dalle nuove professionalità e progettualitá condivise.

In ogni comune la Cna sarà in grado di analizzare e condividere tutte le specifiche potenzialità ed opportunità legate ad una rimodulazione dell’assetto organizzativo qualora vi fossero operazioni di associazioni e convenzione tra servizi, ovvero fusioni e unioni comunali. Ad ognuno spetta il compito di avviare il proprio percorso in funzione della rispettiva condizione geogratica, demografica e socioeconomica; ma non si può pensare di recitare sempre e solo la solita litania: non ci sono risorse, i bilanci sono ingessati e siamo condizionati da patto di stabilità capestro. La Cna vuole andare oltre e trovare con i Comuni nuove opportunità e nuove fonti di finanziamento, anche europee, per premiare chi continua ad investire e credere nel nostro meraviglioso territorio.

Previous post:

Next post:


CNA provinciale di Ancona
Via Umani 1/A - 60131 Ancona
Tel. 071 286081 - Fax 071 2868045/6 - email: info@an.cna.it
C.F. 80007970421 - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Informativa utilizzo cookies

Powered by Sixtema Spa