La CNA di Fabriano incontra il sindaco Sagramola

8 aprile 2016

in Comunicati stampa

FABRIANO – Nel corso di ieri pomeriggio (giovedì 7 aprile) Andrea Riccardi, neosegretario della CNA dell’area vasta che, da Fabriano arriva a Jesi, ha incontrato il sindaco di Fabriano Giancarlo Sagramola.

Il nuovo segretario della Cna territoriale, accompagnato dal presidente Mauro Cucco e dalla referente Fidimpresa Marche Brunella Bianchi ha chiesto al sindaco in un confronto costruttivo un aggiornamento sulla situazione locale.

“Sono molto preoccupato per quello che si sente sul bilancio e sui problemi legati alle questioni legali del comune di Fabriano – afferma Andrea Riccardi – così, con l’occasione di presentarmi, ho chiesto al sindaco di fare il punto della situazione. Sagramola ci ha illustrato le soluzioni che si stanno delineando, i problemi sul tavolo che devono essere risolti e, cosa importante, siamo stati rassicurati sull’impegno da parte dell’amministrazione di non elevare la tassazione locale. Le imprese artigianali, commerciali e industriali dell’area montana da anni stanno affrontando un lungo periodo di grandi difficoltà legato alla crisi economica ed è fondamentale in questo frangente sostenere le imprese storiche e agevolare i giovani e meno giovani che decidono di investire e diventare imprenditori”.

Il primo cittadino ha così spiegato il progetto a cui sta lavorando per un piano di riequilibrio che permetta di superare il problema creato al bilancio del comune in seguito alla sentenza Pensi, in modo di avere un margine di autonomia sui parametri che andranno applicati e comunque si è impegnato a non aumentare la tassazione locale.

“Qualunque scelta si faccia – prosegue Mauro Cucco presidente della CNA di Fabriano – si deve far si che chi ha avuto delle responsabilità paghi. Inoltre, si deve lavorare sui tagli di bilancio, ma che non riguardino gli investimenti legati alla riqualificazione delle imprese fabrianesi, ma che rispondano al principio di efficientamento della struttura comunale e della spesa, legato ad esempio alle economie di scala che si possono ottenere attraverso l’accorpamento e la fusione con altre amministrazioni pubbliche”.

Il neo segretario ha inoltre parlato in termini di prospettiva e chiesto investimenti legati alle opere pubbliche e alla sistemazione delle strade e progetti legati al turismo.

Il presidente Cucco ha preso la palla al balzo per chiedere che i lavori siano lasciati alle imprese del territorio e, sempre con spirito costruttivo, ha ricordato al sindaco l’importanza di tenere monitorato il progetto di “Fabriano Fabbrica Diffusa” in modo da far convergere sul nostro territorio i finanziamenti regionali e statali previsti dal POR FESR FSE, dall’Accordo di Programma e dall’ITI per le imprese locali.

CNA ZONA FABRIANO

Previous post:

Next post:


CNA provinciale di Ancona
Via Umani 1/A - 60131 Ancona
Tel. 071 286081 - Fax 071 2868045/6 - email: info@an.cna.it
C.F. 80007970421 - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Informativa utilizzo cookies

Powered by Sixtema Spa