L’azienda vince quando si cura dei lavoratori, presentato “Welfie”

22 maggio 2017

in Comunicati stampa

Gli ultimi interventi legislativi in materia di lavoro hanno rafforzato lo strumento contrattuale della premialità aziendale, volto ad allineare il comportamento dei dipendenti alle aspettative dei datori di lavoro in termini di produttività.
Gli incentivi che l’impresa riconosce al raggiungimento di determinati obiettivi, fino al valore di tremila/quattromila euro, potranno beneficiare di una tassazione agevolata e al contempo l’azienda potrà proporre, in alternativa, un paniere di servizi di welfare riservati ai dipendenti e ai propri familiari.
Per rafforzare tale sistema e dare ulteriori opportunità ad imprese e lavoratori, Cna ha definito un accordo quadro con Coos Marche che è stato ratificato il 19 maggio scorso, nel corso di un evento pubblico svoltosi presso la sede provinciale Cna ad Ancona.

Grazie a questo accordo, le imprese potranno mettere a disposizione dei dipendenti i servizi di welfare previsti nel pacchetto Welfie predisposto da Coos Marche. Welfie è una sorta di bancomat sociale che consente la fruizione delle prestazioni offerte dalle strutture della Cooperativa Sociale e dalla rete di strutture e professionisti ad essa collegati.

 “Il welfare aziendale – spiega Marzio Sorrentino, responsabile sindacale Cna Provinciale Ancona – costituisce un insieme di benefit e prestazioni, quali visite specialistiche e di diagnostica, rette per asili nido, viaggi studio all’esterno per i familiari e partner, finalizzato a superare la componente esclusivamente monetaria della retribuzione, per sostenere il reddito dei dipendenti e migliorare il clima aziendale.
“Grazie alla leva fiscale – continua Sorrentino – le aziende sono incentivate ad aderire alla piattaforma Welfie favorendo così il benessere dei propri dipendenti ed istaurando un clima di fiducia che porta vantaggio all’azienda stessa”.

Non si tratta solo di prestazioni sanitarie, ma anche di attività rivolte al tempo libero, dagli asili nido, alla assistenza anziani, ai viaggi all’estero ed alle attività sportive.
Nasce così circolo virtuoso, dove le imprese non solo fruitrici, ma anche fornitrici di benessere.

Al convegno hanno partecipato anche Stefano Di Niola, responsabile nazionale Cna Relazioni Sindacali e Filippo Olivelli, docente diritto del lavoro Università di Macerata.
Al termine, è stato eletto il portavoce delle imprese della Sanità per Cna Provinciale, individuato nella figura di Teresa Ragusa.

Nella foto: la sigla dell’accordo tra CNA e Cooss

Ufficio Stampa: DANIELA GIACCHETTI

Previous post:

Next post:


CNA provinciale di Ancona
Via Umani 1/A - 60131 Ancona
Tel. 071 286081 - Fax 071 2868045/6 - email: info@an.cna.it
C.F. 80007970421 - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Informativa utilizzo cookies

Powered by Sixtema Spa