Micro-piccole imprese: una su dieci è senza Pc

20 luglio 2015

in Comunicati stampa

Lo rileva un’indagine della Cna nazionale che lancia un appello al Governo

Recentemente Cna ha lanciato, a livello nazionale, un’indagine per rilevare il grado di digitalizzazione delle piccole e medie imprese. I risultati sono eclatanti: una su dieci non ha un computer (12%); una su cinque non possiede un portatile (23%); più della metà è priva di un tablet. E’ invece più frequente l’uso di smartphone: solo il 20% delle aziende non lo utilizza.

In realtà, il 95% delle imprese considera Internet uno strumento di lavoro fondamentale, eppure sono quasi esclusivamente quelle sopra i 20 dipendenti a disporre di un sito web (il 98%) per promuovere le proprie attività. La percentuale si riduce col diminuire della dimensione dell’impresa e si attesta al 61% tra le aziende fino a 9 addetti e all’87% in quelle con 10-20 dipendenti. Infine, solo il 26,5% delle imprese utilizza il commercio elettronico come canale addizionale di vendita e acquisto.

L’indagine della Cna, lanciata anche sul nostro territorio, ha coinvolto un campione di 3.056 imprese di cui l’85,3% con meno di 10 addetti. Oltre la metà delle aziende interpellate (52,9%) appartiene all’industria in senso stretto (25,7% manifattura e 27,2% edilizia-costruzioni-impiantistica), il 4,1% opera nel settore dei trasporti mentre il restante 43% nei settori dei servizi (30,6% servizi per la persona e 12,4% servizi per le imprese).

Dall’indagine, in sostanza, si evince che le piccole imprese, soprattutto quelle micro, devono ancora scoprire la cultura del web. Le ragioni dipendono più dai costi finanziari o dai costi opportunità, come quelli di dedicare personale alla gestione del sito, che dalla percezione dell’utilità derivante dallo strumento che invece rimane alta.

L’indagine evidenzia anche le responsabilità della Pubblica Amministrazione, il cui livello di informatizzazione è considerato del tutto inadeguato rispetto alle necessità delle imprese, come testimonia il 53% del campione con meno di 10 dipendenti. Inoltre, solo una micro impresa su tre riesce a sbrigare più della metà delle pratiche burocratiche per via telematica.

Di fronte ad uno scenario di questo tipo, la Cna chiede al governo di “costruire e realizzare un Piano straordinario per la digitalizzazione della micro e piccola impresa italiana, come unica soluzione per incrementare i livelli di produttività e meglio posizionarci nei confronti dei competitor stranieri”.

“Tale piano – secondo la Cna – deve avere un tempo di realizzazione brevissimo per accelerare il più possibile il processo di digitalizzazione e colmare quanto prima il gap digitale delle imprese italiane”.

Previous post:

Next post:


CNA provinciale di Ancona
Via Umani 1/A - 60131 Ancona
Tel. 071 286081 - Fax 071 2868045/6 - email: info@an.cna.it
C.F. 80007970421 - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Informativa utilizzo cookies

Powered by Sixtema Spa