FIRMA DIGITALE

homepage normativa servizio diffusione/rinnovo software links utili contattaci
Informazioni normative sulla firma digitale
Dal 9 dicembre 2002, in virtù dell’entrata in vigore della Legge 340 del 24/11/2000, tutti gli atti, le domande, le denunce ed i bilanci relativi alle società (di ogni tipo) da inviare al Registro delle Imprese istituito presso la Camera di Commercio, dovranno essere obbligatoriamente presentati per via informatica o telematica. Da ciò ne consegue che tutte le Società iscritte alla data odierna al Registro delle Imprese dovranno provvedere al ritiro di una “smart card” che insieme ad un codice segreto di accesso permetterà la sottoscrizione digitale della documentazione da inviare al Registro stesso. Esiste anche la possibilità di acquistare il dispositivo per apporre la firma digitale, disponibile presso la CCIAA o la CNA.

Che cos’è la firma digitale?
La firma digitale è l’equivalente informatico di una tradizionale firma apposta su carta. La sua funzione è quella di attestare la validità, la veridicità e la paternità di un documento, inteso in senso lato, come una lettera, un atto, un messaggio o, in generale, qualunque file di dati (testo, immagini, musica, ecc.).
La legislazione italiana ha rivoluzionato il mondo burocratico-amministrativo, attribuendo alla firma digitale lo stesso valore della firma autografa scritta e rendendo validi ai fini di legge documenti, atti e contratti realizzati e trasmessi tramite mezzi informatici e telematici. La legge n.59 del 15/03/97 all’art.15 comma 2, la cosiddetta “Bassanini 1” recita: “Gli atti, dati e documenti formati dalla pubblica amministrazione e dai privati con strumenti informatici o telematici, i contratti stipulati nelle medesime forme, nonché la loro archiviazione e trasmissione con strumenti informatici sono validi e rilevanti a tutti gli effetti di legge.

Che cos’è la smart card?
E’ lo strumento operativo che consente la firma digitale.
La smart card è una tessera simile al bancomat o alla carta di credito, a microprocessore, personalizzata e dotata di codice segreto. Utilizzando la smart card, attraverso gli appositi strumenti hardware e software, chiunque è in grado di apporre la propria firma digitale su un qualsiasi documento informatico. La firma risulterà indissolubilmente legata da un lato al soggetto sottoscrittore e dall’altro al testo sottoscritto. Il destinatario del documento, mediante il proprio sistema informatico, ha la possibilità di verificare l’identità del sottoscrittore, l’integrità del documento e la data e ora della sua generazione.

Quale puo’ essere l’utilizzo della firma digitale?La firma digitale può essere apposta su qualunque documento informatico. Pertanto, alcune applicazioni potrebbero essere le seguenti:

·  comunicazioni ufficiali con le amministrazioni pubbliche

·  risposte a bandi e gare pubbliche

·  moduli di richiesta di vario genere

·  dichiarazioni fiscali e di altro tipo

·  trasmissione di documenti legali

·  rapporti contrattuali su reti aperte (Internet)

·  fornitura elettronica di beni e servizi

·  transazioni finanziarie

·  identificazione e/o autorizzazione

·  gestione di attività in gruppi/sistemi chiusi o a partecipazione controllata

·  gruppi di lavoro e di ricerca

·  transazioni personali.

Chi rilascia la smart card?
Infocamere, la società di informatica delle camere di Commercio, è stata riconosciuta dall’AIPA quale Ente certificatore; quindi sono le CCIAA che possono rilasciare la smart card.
La CNA SERVICE SRL, in data 24/10/2001 ha sottoscritto apposita convenzione con la CCIAA di Ancona acquisendo la qualifica di “Intermediario alla Registrazione” che le consente di espletare la pratica di richiesta della smart card tramite una qualsiasi sede territoriale della CNA Provinciale di Ancona.

 


CNA provinciale di Ancona
Via Umani 1/A - 60131 Ancona
Tel. 071 286081 - Fax 071 2868045/6 - email: info@an.cna.it
C.F. 80007970421 - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Informativa utilizzo cookies

Powered by Sixtema Spa