Regione Marche: aiuti alle imprese per la stabilizzazione di lavoratori precari

30 ottobre 2018

in Paghe

La Regione Marche, con avviso pubblico del 18.10.2018, ha previsto uno stanziamento complessivo di € 3.000.000,00 a valere sul POR Marche FSE 2014/2020, asse prioritario 1 – Occupazione, Priorità d’investimento 8.1 – Tipologia di Azione 8.1.F (Aiuti alle stabilizzazioni) per la stabilizzazione dei lavoratori precari.

La misura di politica attiva sostiene gli inserimenti lavorativi regolati da contratti a tempo indeterminato per assicurare una maggiore qualità del lavoro e contrastare per quanto possibile e nei limiti delle risorse disponibili la precarietà del lavoro.

Il bando si rivolge alle Imprese definite, in base all’art.2 dell’avviso pubblico, come ogni entità che  eserciti un’attività economica indipendentemente dalla forma giuridica rivestita.

Le risorse messe a disposizione del bando sono destinate alla trasformazione, in contratti di lavoro a tempo indeterminato sia part time che full time, dei seguenti contratti:

  • Contratto a tempo determinato;
  • Contratto di lavoro ripartito a tempo determinato;
  • Contratto di lavoro intermittente a tempo determinato;
  • Contratto a progetto/Collaborazione coordinata e continuativa;

E’ bene precisare che la stabilizzazione(o trasformazione) deve avvenire dopo la presentazione della domanda di finanziamento e non riguarderà  le imprese che, al momento dell’assunzione a tempo indeterminato, abbiano in essere contratti  precari da meno di 3 mesi.

L’importo massimo del contributo è pari ad euro 10.000,00 in caso di assunzione con contratto a tempo Indeterminato full-time.

Nei casi di contratto a tempo indeterminato part-time, invece, l’importo del contributo sarà ridotto proporzionalmente al numero di ore settimanali previsto dal contratto di categoria applicato e, nel caso di part-time verticale, si terrà conto della media settimanale dell’orario prestato.

Il contratto a tempo indeterminato(sia full-time che part-time) deve essere mantenuto per almeno tre anni.

Ciascuna impresa  può inviare più domande di finanziamento per un numero massimo di 10 (dieci) stabilizzazioni, a partire dal giorno successivo alla pubblicazione dell’avviso pubblico sul BUR della Regione Marche.

La domanda va presentata, entro il 31/12/2020, dal legale rappresentante dell’impresa richiedente, esclusivamente per via telematica, utilizzando il formulario presente nel sistema informatico SIFORM2 all’indirizzo internet

https://siform2.regione.marche.it

Per saperne di più, CHIEDI A:
Elisabetta Menghini emenghini@an.cna.it

Previous post:

Next post:


CNA provinciale di Ancona
Via Umani 1/A - 60131 Ancona
Tel. 071 286081 - Fax 071 2868045/6 - email: info@an.cna.it
C.F. 80007970421 - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Informativa utilizzo cookies

Powered by Sixtema Spa