Riforma fiscale, semplificazione e fattura elettronica: ci pensa la CNA

5 dicembre 2018

in Comunicati stampa

Una legge fatta per i piccoli che ha importanti ricadute sul territorio marchigiano e della provincia di Ancona.

Nel cosiddetto regime forfettario (semplificazione) rientrano le imprese fino a 65mila euro di fatturato (nessun obbligo di fatturazione elettronica né contabilità).
Il 65% delle imprese del sistema CNA rientra nel regime forfettario.
Allo stato attuale, grazie all’ampliamento del regime forfettario, molte più aziende possono fare a meno di adempimenti pesanti, tra i quali la fatturazione elettronica (che, di per sé, dovrebbe comunque tendere alla semplificazione).
L’azienda può però scegliere: entrarci o passare alle misure previste dalla nuova normativa che comprendono la fatturazione elettronica. L’impresa che opta per il regime forfettario deve fare i conti con l’imposta sostitutiva al 15% (+ 5% per le imprese con meno 5 anni di attività), non recuperando l’Iva, e valutare la convenienza della scelta stessa. La scelta va operata entro i primi mesi del prossimo anno.
Il 1 gennaio 2019 scatta l’obbligo, per tutte le imprese che non rientrano nel regime forfettario, di fatturazione elettronica. CNA, con il suo gruppo di lavoro nazionale, sta cercando di fare in modo che tale obbligo diventi effettivamente una semplificazione: non un problema, ma una opportunità.
Intanto, CNA è soddisfatta per l’ottenimento della moratoria che offre sei mesi di tempo per adeguarsi al nuovo sistema, senza applicazione delle sanzioni. La partenza della fatturazione elettronica sarà, di fatto, soft. 
Il ruolo della CNA è quello di aiutare quel 65% di imprese che possono decidere per l’una o l’altra opzione a capire quale scelta operare: regime forfettario o ordinario con fatturazione elettronica.
Ad esempio, un muratore che rientra nel regime forfettario, ma che nella sua attività affronta costi per acquisizione materie prime, materiale per ufficio, viaggi, trasferte, ecc.. potrebbe essere al limite: non è detto che trovi convenienza nell’adottare il regime forfettario, perdendo tutte le detrazioni.
Compito della CNA, è valutare caso per caso per fare la scelta giusta. La materia è stata illustrata nel corso di una conferenza stampa (FOTO). 

Ufficio Stampa: DANIELA GIACCHETTI

Previous post:

Next post:


CNA provinciale di Ancona
Via Umani 1/A - 60131 Ancona
Tel. 071 286081 - Fax 071 2868045/6 - email: info@an.cna.it
C.F. 80007970421 - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Informativa utilizzo cookies

Powered by Sixtema Spa