Senza infrastrutture il territorio rischia di implodere

3 dicembre 2019

in Comunicati stampa

Persone e Merci debbono poter circolare velocemente da e per la nostra regione, utilizzando un sistema intermodale all’avanguardia, aspetto che la CNA ha posto sempre al centro della propria spinta associativa: ci sono buone intenzioni episodiche e disarticolate tra loro, manca una visione d’insieme e di lungo periodo.

Il conclamato deficit che scontano le Marche rispetto alle regioni del Nord Italia e al resto d’Europa crea un fardello e un macigno di cui si debbono far carico le imprese e le strutture turistiche che guardano oltre i confini. Il quadro che emerge dall’analisi fatta anche di recente pone in evidenza, con riscontro scientifico, come il nostro territorio stia perdendo appeal da parte di chi vorrebbe investire, soffoca la capacità di produrre ricchezza, e impedisce il consolidamento delle imprese.

Eppure ci collochiamo in un’area geografica apparentemente strategica per il nostro Paese e la stessa Europa. La CNA ritiene necessario favorire un processo di graduale contaminazione tra coloro che sono a capo dei vari hub strategici regionali e le istituzioni o i rappresentati degli interessi economici e sociali del territorio, al fine di improntare in tempi brevi un processo di risanamento e sviluppo delle risorse logistiche necessarie per fregiarci di un contesto ambientale moderno e competitivo.

 

Previous post:

Next post:


CNA provinciale di Ancona
Via Umani 1/A - 60131 Ancona
Tel. 071 286081 - Fax 071 2868045/6 - email: info@an.cna.it
C.F. 80007970421 - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Informativa utilizzo cookies

Powered by Sixtema Spa