Via libera alle estetiste anche in Zona Rossa. In attesa del nuovo DPCM

Il TAR del Lazio con la sentenza n. 01862/2021 del 16/02/2021 ha disposto l’annullamento della disposizione (contenuta nell’art. 1, comma 10, lett. ii) del DPCM del 14 gennaio 2021 nella parte in cui esclude gli “estetisti” dai “servizi alla persona” erogabili in zona rossa.

Nelle motivazioni viene giustamente ritenuta illogica la discriminazione tra acconciatori e centri estetici e dispone l’annullamento dell’atto. La sentenza permette quindi agli estetisti di operare anche in zone Rosse.

Un provvedimento importante. CNA ha sempre sostenuto l’incomprensibilità di tale diverso trattamento, consapevoli che i centri estetici hanno sempre scrupolosamente rispettato le norme di sicurezza anticontagio.

Tale sentenza è valida al momento fino al prossimo 5 marzo, quando decadranno i provvedimenti attualmente in vigore dettati dal DPCM del 14 gennaio 2021. Sarà quindi necessario attendere i nuovi provvedimenti governativi per definire con certezza i confini normativi entro cui sarà permesso operare.

Le Marche ad oggi (18/02/2021) risultano inserite nella “Fascia Gialla“, l’eventuale ridefinizione di questa classificazione potrebbe avvenire comunque nei prossimi giorni in vista della prossima settimana.

ASSOCIATI