Cna Pensionati Ancona: una rappresentanza solidale

Sabato 18 dicembre presso il ristorante Jolanda di Moie di Maiolati si è svolto un incontro di formazione che ha visto partecipi e protagonisti i componenti della Direzione di CNA Pensionati di Ancona: il dott. Leonardo Baleani, psicologo e psicoterapeuta, ha condiviso con i presenti un interessante percorso di conoscenza delle dinamiche proprie di un gruppo di lavoro, soffermandosi su diversi livelli di interazione e di comunicazione tra più persone, approfondendone le motivazioni (personali, solidali e professionali) e le criticità che potrebbero emergere nei rapporti interpersonali e nei processi organizzativi e progettuali.

È stato un bel momento di riflessione e di partecipazione che ha contribuito a migliorare la conoscenza ed i rapporti di amicizia fra i presenti solidificando la volontà di rivedersi e di continuare a dare il proprio contributo nell’attività dell’associazione, con maggior e rinnovato entusiasmo.

Il segretario di CNA Pensionati Ancona, Marta Santoni unitamente al Presidente Lamberto Giovagnoli ha ricordato quanto il prossimo anno, 2022, sarà importante e decisivo per l’associazione, ricco di numerosi progetti in cantiere che richiederanno un impegno considerevole per il quale si avvierà un’attività di accoglienza e di contatto con tutti i numerosi pensionati iscritti nella nostra provincia.

Il filo conduttore di tutta la prossima programmazione, sia in termini di formazione che di contenuti, sarà rappresentato dall’impegno comune, solidale ed educativo del “prendersi cura” per garantire e promuovere la dignità ed il bene delle persone, delle nostre comunità e dei nostri territori: curarsi e curarci a vicenda coltivando nuovi rapporti di reciprocità con i principali attori della società civile attraverso la promozione di servizi innovativi e di progetti inclusivi che facilitino la coesione sociale attraverso le relazioni tra pensionati-cittadini e comunità.

L’obiettivo sarà quello di costruire un’identità associativa e sindacale “educante”, oltre che solidale, che possa generare un nuovo modo di operare in un territorio, che stimoli l’abitare, restituisca appartenenza e generi partecipazione accogliendo innovazione, cambiamento e futuro.

A questo partecipato confronto è seguito poi un gradito momento conviviale con il consueto scambio di Auguri per le prossime festività natalizie.

ASSOCIATI