Covid in provincia: 20 comuni in “arancione”

Comuni zona arancionein provincia di Ancona

Il Presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, ha annunciato ieri sera (21/02/2021) l’intenzione di firmare in mattinata un’ordinanza comprendente misure restrittive a partire dal martedì 2 febbraio.

Nello specifico l’ordinanza prevederà:

  • il divieto di spostamento tra i comuni della provincia di Ancona (se non per motivi di lavoro, salute, studio e necessità – scarica qui il modello di autocertificazione – )
  • l’entrata in zona arancione dei seguenti comuni: Ancona, Jesi, Osimo, Senigallia, Falconara Marittima, Filottrano, Staffolo, Serra de’ Conti, Polverigi, Cupramontana, Camerata Picena, Monte San Vito, Maiolati Spontini, Chiaravalle, Ostra, Loreto, Sirolo, Sassoferrato, Castelplanio e Castelfidardo.

In questo comuni varranno le regole nazionali previsti per la zona arancione:

  • divieto di spostamento dalle ore 22 alle ore 5, salvo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute;
  • è consentito, in ambito comunale, lo spostamento verso una sola abitazione privata, una volta al giorno, nell’arco temporale tre le ore 5 e le 22, nei limiti di due persone ulteriori a quelle già conviventi (sono esclusi dal conteggio i figli minori di 14 anni e le persone disabili o non autosufficienti conviventi);
  • per i comuni fino a 5 mila abitanti è consentito spostarsi, nell’arco temporale tre le ore 5 e le 22, in un raggio di 30 km (esclusi i capoluoghi di provincia);
  • chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno;
  • chiusura di bar e ristoranti; asporto consentito fino alle ore 22 per la ristorazione, fino alle ore 18 per i bar e i negozi di bevande al dettaglio; non ci sono restrizioni per la consegna a domicilio;
  • resta consentita l’attività sportiva o motoria individuale all’aperto e nei centri sportivi all’aperto;
  • sospensione dell’attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie;

Inoltre resta in vigore fino a sabato compreso l’ordinanza che limita gli spostamenti in entrata e in uscita dal territorio provinciale di Ancona.

ASSOCIATI