Flexible benefit: il welfare aziendale per i metalmeccanici

È stato sottoscritto un nuovo accordo per i metalmeccanici, tra Federmeccanica, Assistal e Fim-Cisl, Fiom-Cgil, Uilm-Uil, valido per il triennio febbraio 2021- giugno 2024. Si tratta del rinnovo dei flexible benefit per i metalmeccanici, che prevedono l’arrivo di 200 euro all’anno, per i lavoratori del settore, da spendere in beni e servizi secondo quanto previsto dal contratto.

Le aziende che applicano il CCNL per l’industria metalmeccanica devono, nel mese di giugno di ogni anno, fino al 2024, mettere a disposizione dei lavoratori questi strumenti di welfare. I lavoratori possono utilizzarli entro il 31 maggio dell’anno successivo, pertanto, per usufruire del bonus relativo all’anno 2021, il servizio scelto dovrà essere richiesto entro il mese di maggio 2022.

I lavoratori che hanno diritto sono:

  • chi ha un contratto a tempo indeterminato, incluso l’apprendistato;
  • chi ha un contratto a tempo determinato, purché abbia maturato almeno 3 mesi, anche non consecutivi, di anzianità di servizio nel corso di ciascun anno (1° gennaio-31 dicembre);
  • indipendentemente dai livelli del CCNL metalmeccanici.

Il 1 giugno 2022 scatta la possibilità di usufruire del flexible benefit per l’anno successivo, con scadenza a maggio 2023.

L’approvazione del flexible benefit è un passaggio importante, che rafforza sempre di più il welfare aziendale, inteso come quell’insieme di iniziative e piani finalizzati a migliorare la qualità lavorativa e di vita del dipendente, in questo caso per la categoria dei metalmeccanici.

Sono stati introdotti nuovi incentivi per il welfare aziendale.

I buoni carburante come benefit per i dipendenti

I buoni carburante (o più conosciuti come buoni benzina) per i dipendenti sono una forma di welfare aziendale. Con il recente decreto sul caro-energia è stato introdotto il bonus benzina: le aziende private godono dell’esenzione fiscale per l’acquisto nel 2022 di 200€ in buoni carburante da regalare ai propri dipendenti. Questo importo si aggiunge al valore dei fringe benefits esentasse già esistente, pari a 258,23€. Nel 2022 le aziende potranno quindi regalare ai propri dipendenti buoni benzina per un valore massimo complessivo di 458,23€, godendo dell’esenzione fiscale.

Nel 2022 la soglia dei fringe benefits torna a 258,23€

Non è stato rinnovato il raddoppio della soglia per l’esenzione fiscale di fringe benefits aziendali previsto nel 2021. Per il 2022 la soglia entro la quale beni e servizi riconosciuti ai lavoratori non concorrono a formare reddito dei fringe benefits è quindi pari a 258,23€.

ASSOCIATI