Innotech Village, il futuro è arrivato. “Marche Innovation Hub – scienza e tecnologia per un nuovo sviluppo”

Parteciperanno all’evento player internazionali di tecnologie e automazioni, esponenti del mondo accademico, delle istituzioni e dell’imprenditoria

Intelligenza artificiale, digitalizzazione, robotica, realtà aumentata. Il futuro dell’imprenditoria marchigiana è qui. Conoscere le potenzialità di Industria 4.0 per sviluppare nuove soluzioni produttive e capire come finanziare progetti e investimenti. “Innotech Village” è il posto giusto dove trovare risposte alle domande delle imprese. Si tratta di un evento organizzato da Marche Innovation Hub (MIH), il partner per l’innovazione delle imprese marchigiane, promosso da Cna Marche, Cna Ancona, Parsec Hub, Cdo Marche Sud e Cdo Pesaro Urbino.

L’iniziativa su “Scienza e tecnologia per un nuovo sviluppo” si terrà ad Ancona, nella sede Istao di Villa Favorita, venerdi 17 giugno alle ore 9. Vi parteciperanno player internazionali di tecnologie e automazioni, esponenti del mondo accademico, delle istituzioni e dell’imprenditoria. Sono previsti interventi del vicepresidente della Regione Marche Mirco Carloni, del presidente della Camera di Commercio delle Marche Gino Sabatini, del presidente di Marche Innovation Hub
Marzio Sorrentino, del direttore di Cdo Marche Sud Massimiliano di Paolo, del presidente Cna Marche Paolo Silenzi.

Per l’università di Macerata, Emanuele Frontoni parlerà di AI e visione artificiale mentre sulla digitalizzazione relazionerà Diletta Cacciagrano dell’ateneo di Camerino. Per l’università Politecnica delle Marche, Adriano Mancini si occuperà di realtà virtuale e aumentata, Giacomo Palmieri di robotica collaborativa e Andrea Bonci di robotica mobile. Sugli stessi argomenti
interverranno i tecnology provider Andrea Bonci di Keeyence, Marco Gamba di Schneider, Valerio D’Angelo e Marco Olivi di ABB.

Tra le varie iniziative in programma, è prevista la presentazione dei laboratori dell’Università Politecnica delle Marche, dell’Università di Macerata e di Camerino. Le imprese potranno utilizzarli per effettuare prove, test e veri e propri laboratori di idee. Inoltre si potranno prenotare B2B personalizzati con le aziende ospiti presenti.

“Si tratta” afferma il presidente di MIH Marzio Sorrentino “di una occasione unica di confronto tra università, imprese, ricercatori e professionisti per condividere processi di divulgazione scientifica e tecnologica per riposizionarsi nei processi di competizione economica basati sull’innovazione, aumentando il valore aggiunto delle produzioni tradizionali e facilitando il lavoro dell’artigianato ei servizi. Così, ad esempio, un impiantista idraulico potrà individuare subito dove riparare un impianto grazie alla realtà aumentata che gli propone l’esatta collocazione del guasto; un autotrasportatore potrà avvalersi della visione artificiale per rimediare a problemi di scarsa visibilità; un artigiano delle lavorazioni meccaniche potrà avvantaggiarsi di cobot (robot collaborativi) per lavorazioni di particolare precisione su determinati componenti”.

Insomma, il futuro è arrivato, dobbiamo solo saperlo cogliere. A Innotech Village ci spiegheranno come fare.

ASSOCIATI