La CNA a confronto con Joselito Arcioni: economia green e sburocratizzazione efficace per continuare il mandato

L’incontro con Joselito Arcioni come tappa conclusiva dei confronti che la CNA ha tenuto con i candidati sindaci di Fabriano alle prossime elezioni amministrative del 12 giugno. Per la delegazione della lista sostenuta dal Movimento 5 Stelle era presente anche l’attuale Assessore Barbara Pagnoncelli.

Il Presidente della CNA locale Maurizio Romagnoli ha proposto di orientare l’azione amministrativa verso politiche di sostenibilità energetica, Arcioni in risposta ha rimarcato come i temi legati ad uno “sviluppo green” siano stati da sempre faro dell’attuale Giunta, aggiungendo che il Movimento 5 Stelle ha tutta l’intenzione di proseguire su questa rotta al punto che si stanno già individuando gli edifici comunali più idonei per l’installazione di impianti di risparmio energetico, anche nell’ottica della costituzione di una vera e propria “comunità energetica” già presente in alcuni Comuni marchigiani.

Il Segretario della CNA Marco Silvi, collegato via streaming all’incontro, ha poi chiesto misure concrete per favorire il consolidamento e la crescita dei flussi turistici che nell’ultimo biennio hanno fatto registrare incrementi in tutta l’area montana, in questo senso l’Assessore Pagnoncelli ha espresso l’intenzione di potenziare l’offerta turistica attraverso uno I.A.T. informatizzato in rete con i Comuni di Matelica e Sassoferrato, al fine di presentare al visitatore un’offerta “di territorio” più ricca ed interessante.

Rimanendo in tema di turismo, la CNA ha chiesto un maggiore coinvolgimento della città di Fabriano negli itinerari del neonato trenino storico della Subappennina Italica, in questo senso il candidato allo scranno di primo cittadino ha confermato di aver già chiesto all’Assessore Baldelli di potenziare il coinvolgimento della Città della Carta nei pacchetti di viaggio previsti e di avere tutta l’intenzione di insistere su questo fronte.

Inevitabile poi il riferimento al progetto di pedonalizzazione del centro storico, tra i principali “cavalli di battaglia” dell’Amministrazione Santarelli. Joselito Arcioni ha difeso a spada tratta il PUMS, rivendicandolo come un modello vincente già utilizzato con successo in altri paesi europei e basato sull’assunto di come il primo cliente del negozio di vicinato sia il pedone o il ciclista, non certo l’automobilista.

Prioritario per i pentastellati anche procedere immediatamente con il potenziamento di una cabina di regia dedicata all’organizzazione di eventi mediante il pieno e continuo coinvolgimento tanto delle associazioni di categoria quanto di tutti gli altri organi associativi della città.

Infine, alla richiesta di CNA di favorire una generale sburocratizzazione degli uffici, i candidati hanno confermato la volontà di creare uno sportello unico al servizio del cittadino attraverso la fusione del SUE, del SUAP, dell’ufficio commercio e di parte delle funzioni dell’ufficio ambiente, cosi da facilitare e velocizzare le operazioni richieste da cittadini e imprese.

ASSOCIATI